Condividi

Scrivi una recensione

TARANTELLO DI TONNO YELLOWFIN

FILETTI DI TONNO DI QUALITA' YELLOWFIN ALL'OLIO DI OLIVA (30%)

Il Tarantello si ottiene, con lavorazione artigianale a mano in Italia, dalla regione più bassa della cavità addominale del tonno, più spessa e muscolosa, selezionando tranci intermedi fra quelli più grassi e quelli più magri. Differisce dalla "ventresca", perché senza averne la consistenza grassa ne mantiene in gran parte il gusto, differisce dai "filetti di tonno" propriamente detti perché risulta più morbido. La denominazione viene da Taranto, che fu antichissima patria di tonnare: il nome "Tarantello" appare per la prima volta nella lista di un pranzo offerto dal Cardinale Campeggi all'imperatore Carlo V di Spagna nel sec. XVI proprio a Taranto, da dove la relativa tecnica di lavorazione trasmigrò nelle tonnare di Sicilia e Sardegna (allora appartenenti alla corona di Spagna) e in particolare nella zona di Carloforte e Portoscuso, l'unica in cui si è mantenuta fino a oggi.

49,50€ / Kg
9,90
Formato
Formato

Vasetto da g 200

Provenienza/Origine

Prodotto in Italia

Ingredienti

Tarantello di tonno "Yellowfin" o Tonno Pinna Gialla (Thunnus Albacares), olio di oliva (30%), sale

DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE
ENERGIA 214 KCAL - 893 KJ
GRASSI 11.6 g
di cui acidi grassi saturi 1.90 g
CARBOIDRATI 0.0 g
di cui zuccheri 0.0 g
PROTEINE 23.7 g
SALE 1.09 g

* valori medi per 100g di prodotto

  Abbinamenti
Abbinamenti

Il Tarantello di tonno è ideale come antipasto con qualche goccia di limone, oppure ottimo come base per la preparazione di sughi.

Conservazione
Conservazione

Consigliamo la conservazione in un luogo fresco e asciutto lontano da fonti di calore; dopo l’apertura riporre in frigorifero coperto dal proprio liquido di governo e consumare entro tre giorni.

Scadenza
Scadenza

Dalla data di produzione il prodotto si conserva integro per 36 mesi

il-tonno-il-ghepardo-del-mare
Tonno, non sei quello che ci vogliono far credere! Ha una storia millenaria, la sua pesca era praticata già nella preistoria, come ci raccontano i graffiti scoperti a Levanzo, nelle Isole Egadi. Da Omero in poi, inoltre, sono innumerevoli gli scritti che attestano le sue qualità nutrizionali e perfino terapeutiche....
scopri di più

Recensioni asd (0)